Scuola: aperte le iscrizioni 2018

Prossime date per i colloqui d’ammissione:

Roma:  30/09 – 21/10 – 16/11 – 30/11

Bari:  28/09 – 19/10 – 18/11 – 2/12

Scuola di specializzazione in Psicoterapia cognitiva Post-Razionalista

Riconosciuta MIUR D.M. Del 20/03/2002

Presentazione

Molte domande muovono la continua attività di questo Istituto: come comprendersi e comprendere l’altro? Come cercare di dare un senso agli atteggiamenti, ai comportamenti, ai modi di essere delle persone con cui si condivide la propria vita? Perché differenti persone avvertono in maniera diversa una stessa emozione? Il pensiero viene prima del sentire oppure il sentire prima del pensiero? Il modo di emozionarsi determina il carattere della persona? Il mio essere è dunque già fissato, è già determinato nonostante me? Quale è la relazione fra l’affettività, le emozioni ed il corpo, in particolare quando il corpo si manifesta nella malattia? L’intreccio e la ricerca di soluzioni a questi problemi analizzati alla luce degli studi attuali nel dominio, della psicologia, della fenomenologia e delle neuroscienze costituiscono l’impianto di questa scuola e delineano il fondamento secondo cui comprendere il come le persone accadono e costituiscono la loro storia. L’itinerario di formazione, dunque, si sviluppa lungo una traiettoria singolare che tocca i metodi della psicologia, psichiatria e della psicoterapia, percorre i sentieri delle scienze naturali fino a giungere al tema del significato e dell’interpretazione dell’esperienza personale. L’Istituto ha organizzato il VI,VII ed VIII Congresso Internazionale di Costruttivismo e Psicoterapia; è attivo nella ricerca neuroscientifica e nella psicologia medica in collaborazione con l’Università di Ginevra, l’ospedale universitario cantonale di Ginevra e Bari, ed in studi di fenomenologia con l’Università di Milano. Ha sedi estere ed affiliate in Spagna e Sud America.

Obiettivi del corso: Il Corso ha la finalità di formare professionalmente gli allievi all’esercizio dell’attività di psicoterapia, secondo l’indirizzo metodologico, teorico-culturale e clinico del modello cognitivo post-razionalista della Scuola, riconosciuto in ambito scientifico nazionale ed internazionale. Il corso si propone di fornire: una conoscenza approfondita del metodo terapeutico post-razionalista, dei suoi fondamenti teorici ed epistemologici e dei suoi obiettivi sia in ambito clinico che conoscitivo; insegnamenti di base riguardanti argomenti di psicologia dello sviluppo, psicopatologia e diagnostica clinica, psichiatria, psicofarmacologia, presentazione e discussione critica dei principali indirizzi psicoterapeutici; un’articolata base di conoscenze sulla psicologia della personalità, i processi di sviluppo individuale, gli stili di personalità e la sintomatologia psicopatologica, in adulti e minori. Obiettivo della formazione è il conseguire capacità cliniche per: a) ascoltare il “testo” che la persona porta; b) riformulare il “testo” della persona, ovvero afferrare il significato del disagio riportato in relazione al momento di vita ed al modo d’essere della persona; c) impostare il percorso terapeutico, obiettivi e finalità; d) seguire l’andamento del percorso terapeutico.

Direttore: Il corso formazione professionale specifica è condotto da Giampiero Arciero, medico psichiatra. Membro dell’Executive Board della Society for Constructivism in the Human Sciences, è direttore dell’IPRA, di cui è anche socio fondatore, è consulente presso il Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Ginevra (CH). E’ stato ricercatore presso l’Università di Friburgo (CH) e direttore del Personal Development Laboratory dell’Università di California a Santa Barbara. Ha, inoltre, tenuto numerosi seminari in Psicoterapia cognitiva Post-Razionalista presso l’Università di Tenerife, di Helsinki, di Ivaskula, di Ginevra, per conto dell’Istituto Karolinska, ed in diverse università italiane.

Temi della formazione professionale specifica: Il Sé: cos’è? La questione del Sé nell’epoca moderna e postmoderna: le forme di continuità e discontinuità – Il Problema della Identità Personale – La permanenza e/o la molteplicità dell’Identità Personale – L’Identità Personale e la Temporalità – L’Identità Narrativa, la permanenza e la costanza di Sé – Medesimezza ed Ipseità – Psicologia delle emozioni: Inwardness ed Outwardness. Gli stili di personalità e i quadri clinici di scompenso: Stile di personalità tendente ai disturbi alimentari psicogeni. Stile di personalità tendente ai disturbi isterici-ipocondriaci. Stile di personalità tendente ai disturbi ossessivi. Stile di personalità tendente ai disturbi fobici. Stile di personalità tendente ai disturbi depressivi. Il corpo e la malattia: sintomi funzionali (sintomi medicalmente inspiegabili).

Il metodo: L’Epistemologia delle scienze sociali e naturali: fra comprensione e spiegazione – La tradizione di pensiero aristotelica e galileiana – La scienza del Significato: considerazioni fenomenologiche ed ermeneutiche.

Programma degli insegnamenti per anno

I anno:

  • TRAINING DI FORMAZIONE SPECIFICA: coordinato da Dr. Giampiero Arciero, Dr.ssa Viridiana Mazzola

esempi di INSEGNAMENTI CARATTERIZZANTI:

  • Psicologia dello sviluppo: età prescolare – Dr.ssa Viridiana Mazzola
  • Sviluppo del linguaggio – Dr.ssa Benedetta Palla
  • Logopedia – Dr.ssa Sonia Chialastri
  • Neuroscienze & Psicologia – Dr.ssa Tiziana Quarto, Dr. Leonardo Fazio
  • Fenomenologia I – Prof. Michele Bracco
  • Ontologia – Prof. Vincenzo Costa, Prof. Annalisa Caputo
  • Psicopatologia – Dr. Nicola Casarella, Dr.ssa Ileana Andriola
  • Clinica Psichiatrica – Dr. Pasquale Parise, Dr. Antonio Rampino
  • Disturbi di personalità e Costruttivismo – Dr. Nicola Casarella
  • Nevrosi e Costruttivismo – Dr. Nicola Casarella

II anno

  • TRAINING DI FORMAZIONE SPECIFICA: coordinato da Dr. Giampiero Arciero, Dr.ssa Viridiana Mazzola

Esempi di INSEGNAMENTI CARATTERIZZANTI

  • Psicopatologia dell’età evolutiva: età scolare – Dr.ssa Viridiana Mazzola
  • Disturbi Specifici dell’Apprendimento – Dr.ssa Benedetta Palla
  • Neuroscienze & Psicologia – Dr.ssa Tiziana Quarto, Dott. Leonardo Fazio
  • Fenomenologia – Prof. Michele Bracco
  • Ontologia – Prof. Vincenzo Costa, Prof. Annalisa Caputo
  • Psicopatologia – Dr. Nicola Casarella, Dr.ssa Ileana Andriola
  • Clinica Psichiatrica – Dr.Pasquale Parise, Dr. Antonio Rampino
  • Lutto e perdita negli Stili di personalità – Dr.ssa B. Gelao
  • Psicologia delle emergenze – Dr.ssa TV (SAN) Silvia Pierini
  • Esordio di scompensi clinici – Dr. Nicola Casarella
  • Variabilità di scompensi clinici – Dr. Nicola Casarella
  • Psicosi e Costruttivismo – Dr. Pasquale Parise, Dr.ssa Grazia Caforio
  • Psicologia della schizofrenia – Dr.ssa Isabella Ricci, Dr.ssa Annamaria Porcelli

III anno

  • TRAINING DI FORMAZIONE SPECIFICA: Dr. Giampiero Arciero, Dr.ssa Viridiana Mazzola

Esempi di INSEGNAMENTI CARATTERIZZANTI

  • Psicopatologia dell’età evolutiva: ADHD, disturbi dell’apprendimento – Dr.ssa V. Mazzola
  • Psicologia forense – Dr. Ignazio Grattagliano
  • Mindfulness e Percorsi di meditazione – Dr. Gino Martorelli
  • Fenomenologia – Prof. Michele Bracco
  • Ontologia – Prof. Vincenzo Costa, Prof. Annalisa Caputo
  • Psicopatologia – Dr. Nicola Casarella, Dr.ssa Ileana Andriola
  • Clinica Psichiatrica – Dr. Pasquale Parise, Dr. Antonio Rampino
  • Psicofarmacologia – Dr. Pasquale Parise, Dr. A. Rampino
  • Psicologia sociale e Test di personalità I – Dr.ssa Tiziana Lanciano
  • Psicologia di gruppo – Dr. Nicola Cifarelli
  • Comunità e tossicodipendenze – Dr. Stefano Marchese
  • L’approccio clinico al paziente psicotico e riabilitazione – Dr. Edgardo Reali, Dr.ssa Antonella Vacca

IV anno

  • TRAINING DI FORMAZIONE SPECIFICA: Dr. Giampiero Arciero, Dr.ssa Viridiana Mazzola

Esempi di INSEGNAMENTI CARATTERIZZANTI

  • Psicofarmacologia– Dr. Pasquale Parise, Dr. A. Rampino
  • Mindfulness e Percorsi di meditazione – Dr. Gino Martorelli
  • Psicopatologia dell’età evolutiva: adolescenza – Dr.ssa Viridiana Mazzola
  • Fenomenologia – Prof. Michele Bracco
  • Ontologia – Prof. Vincenzo Costa, Prof. Annalisa Caputo
  • Psicopatologia – Dr. Nicola Casarella, Dr.ssa Ileana Andriola
  • Clinica Psichiatrica – Dr.Pasquale Parise, Dr. Antonio Rampino
  • Psicologia sociale e Test di Personalità – Dr.ssa Tiziana Lanciano
  • Psicologia di gruppo – Dr. Nicola Cifarelli
  • Elementi di diritto minorile e deontologia– Avv. Garofalo
  • Psiconcologia e yoga – Dr.ssa Barbara Marino
  • Psicoptaologia dell’invecchiamento – Dr.ssa Alessandra Maccaferri

Articolazione della didattica: Sono previste 320 ore di attività di insegnamento e di studio, 180 ore di tirocinio professionale per anno di corso. Il training di formazione specifica è dedicato alla specifica acquisizione delle conoscenze teorico-pratiche del modello di psicologia e psicoterapia e del metodo psicoterapeutico. A tal fine, sono previste interviste su tematiche personali condotte dagli allievi che svolgono a turno il ruolo di “terapeuta” e “cliente”. L’obiettivo di tali interviste è di praticare l’accesso alla esperienza dell’altro e propria in relazione al metodo psicoterapeutico insegnato e di imparare a condurre il colloquio clinico, sotto la supervisione dei conduttori del training. Questa pratica è riconosciuta come percorso individuale richiesto durante la formazione. Le supervisioni di casi clinici, in quanto parte integrante della formazione, si svolgono durante il training di formazione specifica. Non sono pertanto previsti costi aggiuntivi.

Durata del corso: Il corso ha la durata di quattro anni.

Frequenza: Ai fini dell’ammissione all’esame annuale ed a quello finale, le assenze nelle attività didattiche e di tirocinio non possono superare il 20% del monte ore assegnato a ciascuna attività didattica.

Orari: L’attività didattica di ogni anno di corso inizia a gennaio e si svolge in 2 incontri quindicinali nei giorni del sabato e domenica.

Sussidi didattici: L’istituto mette a disposizione degli allievi materiale bibliografico, materiale audiovisivo, consulenze professionali specializzate per la supervisione di casi clinici, di progetti di ricerca, di elaborati scritti.

Valutazione annuale: Gli allievi saranno sosterranno, inoltre, una valutazione ogni 6 mesi, consistente in un elaborato scritto inerente agli argomenti trattati nelle insegnamenti caratterizzanti e specifici della Scuola. Inoltre, gli allievi saranno chiamati ad esprimere, due volte all’anno, la propria valutazione su docenti ed insegnamenti tramite questionario anonimo.

Requisiti di ammissione: Possono essere ammessi al corso i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia regolarmente iscritti ai rispettivi Albi o Ordini Professionali, subordinatamente al superamento di un colloquio di selezione. Possono essere ammessi al corso anche i predetti laureati non ancora iscritti all’Albo o Ordine Professionale, purché conseguano il titolo di abilitazione all’esercizio professionale entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio del corso stesso. Numero di allievi Il numero massimo degli allievi per ciascun anno di corso è fissato a 20 nella sede di Roma e a 17 nella sede di Bari.

Modalità di iscrizione: L’invio del curriculum degli studi e professionale, completo di recapiti, sarà considerato come richiesta di partecipazione alla selezione. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è fissato al 20 dicembre di ogni anno.

Esame finale: La tesi di specializzazione verrà discussa di fronte alla commissione d’esame presieduta dal Direttore e da 2 docenti interni. Sono previste 2 sessioni di discussione: – dal 1 febbraio – dal 1 settembre. La tesi deve essere costituita da 3 parti: a) la parte teorica di approfondimento di argomenti teorici dovrà essere illustrata alla commissione il giorno stesso della convocazione con una presentazione di 30 minuti supportata da slides (in Power Point o OpenOffice); b) resoconto di 2 casi di psicoterapia conclusa. La struttura per riportare i casi clinici deve seguire questi punti: 1. il testo che porta il paziente 2. come il terapeuta riformula il testo del paziente alla luce della ricostruzione del contesto e sfondo di vita 3. come è stato impostato il percorso terapeutico, obiettivi e finalità in relazione al nuovo testo riconfigurato 4. i risultati ottenuti a percorso psicoterapeutico concluso c) il resoconto scritto, seguendo i punti di cui sopra, di quanto emerso nel corso della propria intervista personale fatta durante il training. Il resoconto dei 2 casi clinici dovrà essere consegnato 20 giorni prima della sessione di discussione prescelta, per email (didattica@ipra.it). Sarà successivamente comunicata la convocazione in relazione ai calendari d’esame stabiliti. L’allievo che supera l’esame finale consegue il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva Post-Razionalista.

Costo: La quota annuale è di 3400€ (non soggetto a IVA), in rate trimestrali. Sono incluse nel costo tutte le attività didattiche, le supervisioni cliniche, il percorso personale.

Sede di Roma
via A. Bertoloni 19, 00197 RM
 
Sede di Bari
Via Propsero Petroni 30, 70121 BA
E-mail: didattica@ipra.it

Presentazione Scuola IPRA Bari

In collaborazione con l’Ordine Psicologi Puglia

VENERDI 17 NOVEMBRE 2017

17:30 – 19:30
sede Ordine Psicologi Puglia 
Via F.lli Sorrentino 6 – Bari

Un’introduzione alla psicologia post-razionalista: alcuni campi d’applicazione

Viridiana Mazzola – Psicologia, neuroscienze & medicina
Nicola Cifarelli – I disturbi alimentari
Giampiero Arciero – Psicoterapia fenomenologica 

Per info: segreteria@ipra.it

IPRA

Associazione Italiana Psicologia AIP – Bari 20-22 Settembre 2017

XXIII Congresso Nazionale della Sezione Sperimentale, Bari 20-22 Settembre 2017

Organizzato da
AIP – Sezione di Psicologia sperimentale Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Bari

http://www.aipass.org/xxiii-congresso-nazionale-della-sezione-sperimentale-bari-20-22-settembre-2017

Sponsor: IPRA

  • Poster session: presentazione dati di ricerca IPRA di neuroimaging
  • Presentazione della offerta formativa IPRA

OPEN DAY – Scuola IPRA Roma

SABATO 8 OTTOBRE 2016 9:30 – 17:00
Università Gregoriana 
Piazza della Pilotta 4 – Roma
Aula C008

Un’introduzione alla psicologia post-razionalista: alcuni campi d’applicazione

Vittorio Conti – Fenomenologia ermeneutica e psicologia: un’introduzione
Alessandra Amendola – Psicologia clinica dell’età evolutiva
Edgardo Reali e Isabella Ricci – Psichiatria e riabilitazione
Viridiana Mazzola – Medicina & Neuroscienze
Barbara Marino – Psico-oncologia
Gino Martorelli – Mindfulness
Silvia Pierini – Psicologia delle emergenze

Intervista a Giampiero Arciero:
La prassi psicoterapeutica”

La giornata è rivolta a medici, psicologi, psichiatri e psicoterapeuti.

Per info: segreteria@ipra.it

IPRA

What Impact does An Angry Context have Upon Us? The Effect of Anger on Functional Connectivity of the Right Insula and Superior Temporal Gyri

ORIGINAL RESEARCH ARTICLE

Front. Behav. Neurosci., 06 June 2016

Viridiana Mazzola1, Patrik Vuilleumier2, Leonardo Fazio3, Tiziana Lanciano4,5, Barbara Gelao3,  Teresa Popolizio4, Giampiero Arciero5,7,  Guido Bondolfi7*, Alessandro Bertolino3*

1Department of Neuroscience, University of Geneva, CH 2Laboratory for Behavioral Neurology and Imaging of Cognition, Department of Neurology, University Hospital & Department of Neuroscience, Medical School University of Geneva, CH 3Group of Psychiatric Neuroscience, University of Bari ‘Aldo Moro’, Italy 4Department of Education, Psychology, Communication, University of Bari, Bari, Italy 5Institute of Post-Rationalist Psychology IPRA, Rome, Italy 6 Department of Neuroradiology, “Casa Sollievo della Sofferenza” IRCCSS, San Giovanni Rotondo (FG), Italy  7Department of Mental Health and Psychiatry, University Hospital of Geneva, CH

ABSTRACT

Being in a social world requires an understanding of other people that is co-determined in its meaning by the situation at hand. Therefore, we investigated the underlying neural activation occurring when we encounter someone acting in angry or joyful situation. We hypothesized a dynamic interplay between the right insula, both involved in mapping visceral states associated with emotional experiences and autonomic control, and the bilateral superior temporal gyri (STG), part of the “social brain”, when facing angry vs. joyful situations. Twenty participants underwent a functional magnetic resonance imaging (fMRI) scanning session while watching video clips of actors grasping objects in joyful and angry situations. The analyses of functional connectivity, psychophysiological interaction (PPI) and dynamic causal modeling (DCM), all revealed changes in functional connectivity associated with the angry situation. Indeed, the DCM model showed that the modulatory effect of anger increased the ipsilateral forward connection from the right insula to the right STG, while it suppressed the contralateral one. Our findings reveal a critical role played by the right insula when we are engaged in angry situations. In addition, they suggest that facing angry people modulates the effective connectivity between these two nodes associated, respectively, with autonomic responses and bodily movements and human-agent motion recognition. Taken together, these results add knowledge to the current understanding of hierarchical brain network for social cognition.

DOWNLOAD THE ARTICLE